PHI PHI ISLAND | COSA FARE-SPIAGGE-ESCURSIONI-DOVE DORMIRE

da | Apr 20, 2020

Dopo aver trascorso 4 giorni nel traffico di Bangkok e 7 giorni nella confusione di Phuket sbarchiamo a Phi Phi Island. Niente macchine, niente tuk tuk, al massimo 2 o 3 motorini, le persone trasportano di tutto trascinando a mano dei carretti. Ah e niente clacson! Si fa “bip bip” con la bocca.

Quando si sfogliano sui social le foto della Thailandia non possono non saltare all’ occhio le foto di Phi Phi Island con le sue spiagge da sogno. In effetti stiamo parlando di una località turistica molto apprezzata, ma leggendo sul web vi accorgerete che ci sono parecchi pareri discordanti sul loro conto.

Nel corso degli anni Phi Phi Island ha subito una trasformazione adattandosi al turismo sempre più in crescita. Dove un tempo cresceva la natura incontaminata oggi si trovano nuove strutture alberghiere. Anche in questo caso ad accrescere ancora di più la loro notorietà è stato un film, “The Beach”, girato a Phi Phi Island, più precisamente a Maya Bay (momentaneamente non accessibile per permettere il recupero dell’ area danneggiata dal turismo).

Al di là di tutta la confusione che possono creare tutti i commenti sul web, a nostro parere Phi Phi Island merita di essere visitata ed è una destinazione adatta a tutti, per chi vuole divertirsi e per chi invece desidera solo tranquillità e belle spiagge circondati da uno scenario da film.

Ma adesso facciamo un po’ di chiarezza, Phi Phi Island in realtà sono 2 isole : Koh Phi Phi Don e Koh Phi Phi Leh. È possibile pernottare solo su Koh Phi Phi Don e noi abbiamo trascorso qui 4 notti.

L’ isola di KOH PHI PHI DON la possiamo dividere in zone :

  • TONSAI

L’ imbarcazione con cui raggiungerete l’ Isola di Phi Phi Don vi lascerà al molo di Tonsai.

Tonsai si sviluppa su un lembo di terra molto piccolo e corrisponde alla parte più turistica dell’isola dove si concentrano il maggior numero di strutture alberghiere, ostelli, ristoranti e soprattutto la vita notturna.

Se da un lato c’è il molo, dall’altro c’è Loh Dalum Beach la spiaggia fulcro del divertimento. Funziona tutti i giorni allo stesso modo: tardo pomeriggio pool party, ore 20.00 spettacolo del fuoco, e poi musica ad alto volume fino all’ 1.00. Qui vanno per la maggiore i “bucket” ovvero i secchielli pieni di alcoolici a prezzi non male. Purtroppo questa spiaggia anche se immersa in uno scenario paradisiaco è poco curata e l’ acqua è davvero sporca.

La vita notturna di Tonsai non si trova solo sulla spiaggia di Loh Dalum ma anche per le vie del centro. In particolar modo richiamerà la vostra attenzione il Reggae Bar. Questo locale è molto famoso qui a Phi Phi Don e vi basterà poco per capire perché. Al centro del locale il ring di Muay Thai regala ogni sera combattimenti avvincenti. Turisti da ogni parte del mondo salgono sul ring in cerca del proprio sfidante e dopo 3 round vincono un bel secchiello di alcool. La prima sera pensavamo non si presentasse nessuno ma ci siamo dovuti ricredere, non conta se sei professionista, ubriaco o zoppo, il secchiello di alcool vince su tutto.

Per concludere, non potete farvi mancare il famoso view point di Phi Phi Island: camminando per le stradine di Tonsai noterete le indicazioni per il view point. Occhio perché ci sono 2 percorsi, con uno ci impiegherete un’ ora e con l’ altro mezz’ora, a voi la scelta. Chiaramente è consigliato intraprendere questo percorso quando il sole non picchia ancora troppo, non  vorrete mica sciogliervi come abbiamo fatto io e Gianni sotto il sole delle 12.00. Per fortuna raggiunto il view point potrete rigenerarvi con qualcosa di fresco al bar. Il costo di ingresso è di 30 THB e ci sono 3 diversi livelli di view point. Il più bello è il viewpoint numero 2. Da qui il panorama è mozzafiato, il lembo di terra di Tonsai con alla sinistra il molo e alla destra la spiaggia di Loh Dalum avvolti nel verde della natura e l’ azzurro del mare.

  • LONG BEACH

La spiaggia paradisiaca che stavate cercando a Phi Phi island si trova a due passi da Tonsai e si chiama Long Beach. La si può raggiungere a piedi o in long tail boat partendo dal molo di Tonsai (100 THB a persona).

Con una passeggiata da Long Beach potete raggiungere la spiaggia di Loh Moo Dee beach. Noi siamo andati a vedere anche questa spiaggia che si presenta tranquilla anche se il mare è più agitato.

E qui che vi diamo una bella dritta ! Se vedete delle piccole mosche gironzolarvi addosso si tratta dei mosquitos, comuni nelle spiagge di sabbia bianca in zone come la Thailandia. Noi ci siamo addormentati sotto l’ ombra di un albero a Loh Moo Dee Beach e ci siamo ritrovati pieni di mozzicate. Queste punture possono gonfiarsi e dare prurito, fortunatamente le mie circa 40 punture si sono gonfiate 1 settimana dopo quando ormai eravamo rientrati al freddo in Italia. Potete chiedere in farmacia uno spray apposta per prevenire o in caso di punture una pomata al cortisone che eviterà il gonfiore.

Qui a Long Beach si trovano delle strutture alberghiere curate e con dei bellissimi bungalow sulla spiaggia. Rimane una zona più defilata dalla incasinata Tonsai, ma non molto distante. Se decidete di alloggiare nella tranquillità di Long Beach tenete conto che la sera non ci sono long tail boat in direzione Tonsai, ma vi toccherà una passeggiata di circa 25 minuti.

  • LAEM THONG BEACH

A nord dell’ isola di Phi Phi Don, lontana dalla confusione, si trova Laem Thong Beach. Località molto tranquilla e con resort da sogno.

A 30 minuti a piedi da Laem Thong potete raggiungere la spiaggia di Lo Bakao, mentre con una long tail boat si possono raggiungere in 20 minuti le vicine Bamboo e Mosquito Island (Phi Phi Leh).

Per raggiungere la zona di Laem Thong Beach di Phi Phi Don vi servirà un’imbarcazione, se alloggiate qui chiedete all’ hotel di organizzarvi il trasferimento dal molo di Tonsai (30 min di long tail boat).

Considerate che Tonsai è ben distante da Laem Thong Beach e i trasferimenti in long tail boat sono costosi (circa 1000 THB a persona). Personalmente  non consigliamo di alloggiare in questa zona dell’isola, se cercate tranquillità scegliete Long Beach perché è il giusto compromesso e offre alberghi di qualità senza allontanarsi troppo dal centro di Tonsai.

Alloggiare a Koh Phi Phi Don

Il costo delle strutture a Phi Phi Island non è poi tanto economico, noi abbiamo alloggiato a Tonsai nel mese di gennaio, periodo di alta stagione e cercando di rientrare in un budget di 100 euro a notte ci siamo ritrovati in una struttura davvero imbarazzante. Muri costantemente bagnati dall’ umidità e per niente insonorizzati, un bagno da incubo, zanzare e scarafaggi. Che fregatura.

Probabilmente se mai tornassimo a Phi Phi Island tenteremmo di alloggiare su qualche bel bungalow sulla spiaggia della vicina Long Beach.

Laem Thong Beach invece per noi sarebbe stata troppo tranquilla e sicuramente anche troppo costosa.  Ricordate che la long tail boat da Tonsai a Laem Thong Beach vi chiederà 1000 THB a testa.

Solitamente le imbarcazioni vi lasceranno al molo di Tonsai, se alloggiate nelle zone di Long Beach o Laem Thong Beach chiedete all’ hotel di organizzarvi il trasferimento. Se alloggiate a Tonsai solitamente gli hotel vengono a prendervi al molo caricando le vostre valige su dei carretti.

Quanto tempo pernottare a Phi Phi ? Penso che 2 o 3 notti possano bastare: 1 gg di escursione a Phi Phi Leh, 1 gg a Long Beach, 1 gg a Laem Thong Beach e i vicini isolotti di Bamboo e Mosquito Island.

Come raggiungere Koh Phi Phi Don

Non essendoci aeroporti la risposta è una sola : IL TRAGHETTO.

I traghetti partono da località come Phuket e Krabi. Noi ci siamo affidati alla Tiger Line Ferry e abbiamo prenotato online pick-up in hotel a Phuket + speed boat x Phi Phi Don Tonsai Pier. Ci siamo trovati molto bene e vi lasciamo qui il link: www.tigerlinetravel.com

Phi Phi Island CHECK LIST

Vediamo quindi quali sono le attrazioni da non perdere a Phi Phi Island:

  • Salire sul Viewpoint di Phi Phi Don, fino al viewpoint numero 2 ( 30 THB ). Si raggiunge da Tonsai.
  • Vita notturna Tonsai:
    • Spettacoli del fuoco dalle 20.00 su Loh Dalum Beach e musica fino all’1.00
    • Centro di Tonsai, andate al Reggae Bar
  • Spiagge di Ko Phi Phi Don Island:
    • Long Beach (longtail da Tonsai pier 100 THB a persona);
    • Loo Moo Dee Beach raggiungibile a piedi da Long Beach;
    • Laem Thong Beach (longtail da Tonsai pier 1000 THB a persona)
    • Lo Bakao Beach raggiungibile in 30 minuti a piedi da Laem Thong Beach
    • Loh Dalum Beach, spiaggia di Tonsai da frequentare solo per la vita notturna
    • Monkey Beach, la spiaggia frequentata dalle scimmie
  • Escursione a Ko Phi Phi Lee Island (acquistabile in una delle tante agenzie locali di Tonsai):
    • Maya Bay (momentaneamente non accessibile per permettere il recupero dell’area danneggiata dal turismo)
    • Loh Sama Bay, Palong Bay, Pi-Leh Bay, Viking Cave
    • Bamboo Island, sabbia bianca e ottima meta per lo snorkeling
    • Shark point, per lo snorkeling

Scegliete un escursione che parta presto al mattino o dopo pranzo cercando di evitare tutti i tour organizzati che partono da Phuket e Krabi.

Tutti gli articoli riguardanti la Thailandia:

Per saperne di più sulla Thailandia del Nord :

Per saperne di più su Bangkok :

Per saperne di più sulla Thailandia del Sud :

GIORGIA & GIANLUCA

 

Siamo Giorgia e Gianluca, viaggiatori e pattinatori per passione.

Giorgia: “È una bella giornata” è la frase che mi caratterizza, ogni giorno è buono per non stare in casa ma uscire e viaggiare.
Il mio compito è quello di trascinare Gianluca in ogni “pazzia” che mi salta per la testa.
Sono la voce che racconta i nostri itinerari di viaggio.

Gianluca: vittima dei miei “È una bella giornata”, ogni tanto spera in qualche giorno di pioggia per poter provare l’ ebrezza del riposo e del divano di casa. Con qualche buona scusa cerca sempre di scartare le mie proposte più impegnative, ma con pessimi risultati, si va!

TAGS

CATEGORY

RELATED POSTS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIORGIA & GIANLUCA

 

Siamo Giorgia e Gianluca, viaggiatori e pattinatori per passione.

Giorgia: “È una bella giornata” è la frase che mi caratterizza, ogni giorno è buono per non stare in casa ma uscire e viaggiare.
Il mio compito è quello di trascinare Gianluca in ogni “pazzia” che mi salta per la testa.
Sono la voce che racconta i nostri itinerari di viaggio.

Gianluca: vittima dei miei “È una bella giornata”, ogni tanto spera in qualche giorno di pioggia per poter provare l’ ebrezza del riposo e del divano di casa. Con qualche buona scusa cerca sempre di scartare le mie proposte più impegnative, ma con pessimi risultati, si va!