ITINERARIO DI 4 GIORNI A CHANG MAI, TRA TEMPLI E NATURA

da | Apr 24, 2020

Chang Mai, soprannominata la “Rosa del Nord”,  è una meta molto apprezzata del Nord della Thailandia, protagonisti templi e natura. Vi consigliamo di dedicargli almeno 3-4 giorni:

IDEA DI ITINERARIO:

Giorno 1: Volo per Chang Mai la mattina, pomeriggio visita templi nel centro storico

Giorno 2: Doi Suthep , Wat Pha Lat,  Monthathan Waterfalls

Giorno 3 : Doi Inthanon

Giorno 4 : escursione a scelta da Chang Mai

Nota: Ricordate spalle e ginocchia coperte per la visita ai templi

GIORNO 1

Centro storico di Chang Mai:

Il centro storico di Chang Mai si racchiude all’interno di quel che resta delle vecchie mura come a formare un quadrato.

Dal punto di vista culturale ha molto da offrire, pensate che si contano all’ incirca 300 templi buddhisti tra il centro storico e i dintorni. Più che templi vengono definiti come “Wat”, ovvero complessi religiosi e culturali di grandi o piccole dimensioni.

Potreste valutare l’ idea di noleggiare una bici per scoprire il suo centro spostandovi tra un tempio e l’altro.

Passando dalla Tha Phae Gate, ecco quali sono i Wat principali:

  • Wat Chedi Luang, il “tempio dalla grande stupa
  • Wat Phan Tao, accanto al famoso Wat Chedi Luang, è uno dei templi più antichi di Chang Mai. Il suo viharn è in legno di teak.
  • Wat Phra Singh: il “Tempio del Buddha Leone”.
  • Wat Rajamontean
  • Wat Lok Molee
  • Wat Chiang Man: è lui il tempio più antico di Chiang Mai!
  • il Wat Intakin,  custodisce l’ antico Buddha Bianco vecchio di ben 700 anni.
  • Wat Sri Suphan,  conosciuto come il “Silver Tample”, si trova appena fuori dalle mura.

GIORNO 2

  • DOI SUTHEP (Wat Phrathat Doi Suthep)
    Il tempio buddhista Wat Phrathat Doi Suthep è situato sul monte Doi Suthep Pui, circa 1.000 metri di altezza, nel Doi Suthep Pui National Park (costo ingresso 30THB).

Per raggiungerlo avete diverse opzioni:

opzione 1 : noleggiando un motorino

opzione 2:  songthaew (taxi collettivo), volendo potreste concordare un tour di più tappe così : Wat Phrathat Doi Suthep, Wat Pha Lat e le Monthathan Waterfalls

opzione 3 : acquistando un pacchetto proposto da qualche agenzia locale che magari vi comprenda la visita anche ad altri punti di interesse. Se siete interessati anche alle sticky waterfall potreste valutare un pacchetto tra Doi Suthep e Bua Thong Waterfalls.

opzione 4 : trekking attraverso la giungla seguendo il Monk’s trail che vi porterà prima al Wat Pha Lat e poi al Wat Phra That Doi Suthep, potreste affidarvi all’ organizzazione di un’ agenzia locale.

  • WAT PHA LAT
    Prima del 1935 raggiungere il Wat Phrathat Doi Suthep era una impresa ardua e il Wat Pha Lat veniva utilizzato come luogo di riposo per chi scalava la montagna in Direzione Doi Suthep. Quando venne costruita la strada questo luogo divenne residenza dei monaci.
    Oggi potete raggiungere il Wat Pha Lat in auto o con un suggestivo trekking nella giungla seguendo il Monk’s trail per circa 45 minuti. Se da qui poi volete proseguire il trekking fino al Wat Phrathat Doi Suthep calcolate ancora circa 1h30 di tragitto.
    Non dimenticate lo spry antizanzare.

Altri siti di interesse non lontani dal Doi Suthep:

  • Non lontano dal Doi Suthep potreste far visita anche al meno turistico Wat Phra That Doi Kham e fare una passeggiata tra la moltitudine di fiori dei giardini reali, il Royal Park Rajapruek.

  • MONTHATHAN WATERFALLS
    Se a questa giornata volete aggiungere una visita alle cascate, dirigetevi alle Monthathan Waterfalls. Certo che durante la stagione secca l’ afflusso di acqua potrebbe essere scarso.

Nota: Se decidete di noleggiare lo scooter per muovervi in autonomia più avanti in questo articolo vi darò alcune idee su itinerari e distanze a Chang Mai in scooter

GIORNO 3

  • DOI INTHANON (Doi Inthanon National Park)
    Il Doi Inthanon è la montagna più alta della Thailandia, la sua vetta raggiunge i 2.565 metri di altezza. Qui in cima può far fresco, in particolar modo tra dicembre e febbraio.
    A circa 1h30 da Chang Mai, è raggiungibile in auto/minivan/taxi collettivi o con un bel trekking seguendo i passi di una guida di qualche agenzia locale.
    Il consiglio è quello di controllare il meteo, se in cima vi attende la nebbia addio panorama.
    Il Doi Inthanon National Park è anche una meta per gli amanti del birdwatching.
    Nel preparare il vostro itinerario, considerate che la visita al Doi Inthanon potrebbe impegnarvi gran parte della giornata.
    Nota: portatevi il passaporto.

GIORNO 4

Chang Mai e dintorni | Le attività / escursioni da non perdere :

Chang Mai non è solo templi, offre attività di ogni tipo e potete affidarvi ad agenzie o muovervi in autonomia magari noleggiando uno scooter.

Vi elenchiamo alcune attività/escursioni qui sotto così da darvi un’idea :

  • BUA THONG WATERFALL (=STICKY WATERFALL):
    A circa 60 km da Chang Mai si trovano le Bua Thong Waterfall. Queste cascate vengono soprannominate come “Sticky waterfall” proprio per la particolarità che le caratterizza. Sticky tradotto in italiano significa “appiccicoso”, e cosa può esserci di appiccicoso in una cascata? Lo capirete quando vi troverete con i piedi nell’ acqua intenti ad arrampicarvi tra i diversi livelli della cascata. Strano ma vero non c’è il rischio di scivoloni disastrosi, anzi sentirete sotto i vostri piedi una bella superficie porosa che vi farà da grip. Questo strano fenomeno è possibile grazie al fondo di pietra calcarea che nonostante il continuo scorrere dell’ acqua non permette la formazione di alghe. Non dimenticate il costume, ma prima controllate il meteo, tra dicembre e febbraio potreste incontrare qualche giornata fresca.

Come raggiungere le Bua Thong Waterfall:

Potreste affidarvi a un agenzia locale o a un songthaew (taxi collettivo).
Altrimenti se noleggiate lo scooter e quindi avete fatto la patente internazionale (per saperne di più Informazioni generali | Organizzare un viaggio in Thailandia), la strada da Chang Mai è semplice, vi basterà percorre la Strada N°1001 per 60 km.

Consigliabile comunque acquistare una sim thailandese per avere a disposizione i dati mobili e quindi google maps, sempre una guida fidata. A questo proposito vi consigliamo di scaricare anche l’ applicazione Maps.me che permette la consultazione delle mappe anche in modalità offline.

  • ELEPHANT CAMP ETICO A CHANG MAI:
    Non farete trekking sul dorso degli elefanti, attività ormai in disuso e che vi invitiamo a non fare, ma in totale rispetto per l’ animale potrete vivere un contatto con l’ animale autentico. Avete mai pensato di lavare un elefante? Ecco 2 santuari e centri di recupero per elefanti dell’ area di Chang Mai.

  • TREKKING CHANG MAI:
    Chang Mai offre diverse possibilità di trekking, consultate il sito di Get Your Guide o rivolgetevi alle agenzie locali per scegliere quella che fa al caso vostro :

    – trekking fino alla cima del monte Doi Suthep Pui (1.674 metri di altitudine) passando per
    il tempio Wat Phrathat Doi Suthep
    – trekking sulle colline di Chiang Dao
    – trekking monk’s trail tra il Wat Pha Lat e il  Wat Phrathat Doi Suthep
    – trekking Doi Inthanon National Park, la vetta più alta della Thailandia (2.565 di altitudine)

ALTRE IDEE …

  • Mae Sa Waterfall
  • Tour grotte di Chiang Dao e kayak nella giungla sul fiume Ping
  • ATV o Canyoning nella giungla
  • Tour in bicicletta
  • Cooking class, corso di cucina thailandese
  • Gita in giornata al Triangolo D’oro, il punto di confine tra Cambogia, Thailandia e Laos (impegnativo, 4h di auto andata e 4h di auto ritorno)

Cosa fare la sera a Chang Mai :

Non sarà a Chang Mai che farete le ore piccole. I locali chiudono intorno a mezzanotte e si concentrano nel centro storico in queste 3 aree: : Nimmanhaemin Road, Nawarat Bridge lungo il fiume e tutta l’ area del quadrilatero della old city in particolare la zona del noto bar Zoe in Yellow.

Oltre ai locali :

  • shopping ai mercati : Chiang Mai Night Bazaar, Saturday Night Market, Sunday Night Market
  • Chiang Mai Boxing Stadium dove potrete assistere a uno spettacolo di Muay Thai.
  • provare un massaggio thailandese.

Itinerari e distanze a Chang Mai in scooter :

Se decidete di noleggiare uno scooter ricordate che la guida è all’inglese e occorre la patente internazionale, per saperne di più leggete il nostro articolo Informazioni generali | Organizzare un viaggio in Thailandia.

Ecco qui sotto i possibili itinerari che avevo considerato per una giornata e i tempi di percorrenza:

ITINERARIO 1 :

  • CHANG MAI – DOI SUTHEP  40 min
  • DOI SUTHEP – BUA THONG WATERFALL (=STICKY WATERFALL)   1h 30 min
  • BUA THONG WATERFALL- CHANG MAI 1h

Nota: Controllate meteo e temperature prima di avventurarvi alle Sticky Waterfall.

ITINERARIO 2 completo (senza Sticky Waterfall) :

  • CHANG MAI – DOI SUTHEP : 40 min
  • DOI SUTHEP – WAT PHRA THAT DOI KHAM 1h
  • WAT PHRA THAT DOI KHAM – ROYAL PARK RAJAPRUEK 8 min
  • ROYAL PARK RAJAPRUEK – WAT PHA LAT HIKE 19 min
  • WAT PHA LAT HIKE – MONTHATHAN WATERFALL 1 h (se siete stanchi da qui potreste tornare a CHANG MAI in 8 min)
  • MONTHATHAN WATERFALL – CHANG MAI 18 min

ITINERARIO 3 più leggero (senza sticky waterfall):

  • CHANG MAI – DOI SUTHEP : 40 min
  • DOI SUTHEP – WAT PHA LAT HIKE 44 min
  • WAT PHA LAT HIKE 44 MIN – MONTHATHAN WATERFALL 1 h (se siete stanchi da qui potreste tornare a CHANG MAI in 8 min)
  • MONTHATHAN WATERFALL – CHANG MAI 18 min

Come raggiungere Chang Mai da Bangkok :

Il mezzo più comodo e veloce per raggiungere Chang MAI è l’ aereo. Ci si impiega poco più di 1 ora di volo e i prezzi sono ottimi, inoltre il centro storico dista pochi km dall’aeroporto internazionale di Chiang Mai.

Se avete tempo e cercate un mezzo più economico allora potete provare l’ esperienza in treno, in questo caso la durata del viaggio sarà di circa 15 ore. Treni in partenza dalla stazione di Hua Lampong di Bangkok. In questi casi fare il viaggio di notte è sicuramente consigliato.

Il bus notturno o il bus VIP impiegano circa 11 ore e fermano alla stazione principale Arcade Bus Terminal, a 4 km dal centro storico, oppure al Bus Terminal 1 molto più vicino al centro. Anche in questo caso prezzi molto economici.

Quando andare a Chang Mai :

La stagione fresca (Dicembre-Febbraio): 30°C di giorno ma ben più fresco la sera, occhio alle escursioni termiche. Se programmate escursioni in montagna ricordate che la temperatura potrebbe toccare lo 0. È un periodo ottimo per visitare Chang Mai e coincide con l’ alta stagione.

La stagione calda (marzo – maggio) : temperature intorno ai 40°C e molta umidità, ma piogge scarse.

Stagione delle piogge (maggio – novembre).

Come spostarsi a Chang Mai :

Se per il centro storico potete tranquillamente spostarvi a piedi o in bicicletta, per il resto avrete bisogno di un mezzo:

Tutti gli articoli riguardanti la Thailandia:

Per saperne di più sulla Thailandia del Nord :

Per saperne di più su Bangkok :

Per saperne di più sulla Thailandia del Sud :

GIORGIA & GIANLUCA

 

Siamo Giorgia e Gianluca, viaggiatori e pattinatori per passione.

Giorgia: “È una bella giornata” è la frase che mi caratterizza, ogni giorno è buono per non stare in casa ma uscire e viaggiare.
Il mio compito è quello di trascinare Gianluca in ogni “pazzia” che mi salta per la testa.
Sono la voce che racconta i nostri itinerari di viaggio.

Gianluca: vittima dei miei “È una bella giornata”, ogni tanto spera in qualche giorno di pioggia per poter provare l’ ebrezza del riposo e del divano di casa. Con qualche buona scusa cerca sempre di scartare le mie proposte più impegnative, ma con pessimi risultati, si va!

TAGS

CATEGORY

RELATED POSTS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIORGIA & GIANLUCA

 

Siamo Giorgia e Gianluca, viaggiatori e pattinatori per passione.

Giorgia: “È una bella giornata” è la frase che mi caratterizza, ogni giorno è buono per non stare in casa ma uscire e viaggiare.
Il mio compito è quello di trascinare Gianluca in ogni “pazzia” che mi salta per la testa.
Sono la voce che racconta i nostri itinerari di viaggio.

Gianluca: vittima dei miei “È una bella giornata”, ogni tanto spera in qualche giorno di pioggia per poter provare l’ ebrezza del riposo e del divano di casa. Con qualche buona scusa cerca sempre di scartare le mie proposte più impegnative, ma con pessimi risultati, si va!